SUMMA 2017 Degustare vino, coccolati

Anche quest'anno torno a Summaluogo di coccole, degustazioni, delizie per il palato, vigneti. E' una cantina innovativa, quella di Alois Lageder, attento al benessere a totto tondo. E poi... mi ha stregata con i suoi vini!

SUMMA, lo storico appuntamento enoico organizzato da Alois Lageder a Casòn Hirschprunn e Tòr Löwengang, Magrè (BZ), dedicato all’eccellenza vitivinicola internazionale, festeggia 20 anni.

summa Alois Lageder e Adri

Diventato ormai per moltissimi un momento irrinunciabile che apre la settimana del vino, Summa è allo stesso tempo una scelta consapevole di allontanarsi dal concetto stesso di fiera enoica, per avvicinarsi invece a uno scenario importante di condivisione e di viticoltura sostenibile e “vivibile”, in tutte le sue accezioni. Come dichiara Alois Clemens Lageder, sesta generazione dell’azienda, decisa a seguire la tradizione di famiglia e a conservarne la radicata filosofia, “Summa per me non significa solo un evento all’insegna del vino, ma è soprattutto un’occasione dove vignaioli, giornalisti, operatori di settore e visitatori interessati si ispirano reciprocamente, in un’atmosfera familiare ed accogliente. L’enorme forza che nasce da questo incontro influisce sulle nostre idee e sul nostro lavoro quotidiano. Questa è la quintessenza di Summa, che ci accompagna sin dall’inzioe continua. “Come tutti gli anni, il programma di Summa sarà ricco di degustazioni di raffinate etichette - incluse le nuove annate di Alois Lageder – verticali, da citare quella del COR Römigberg, e seminari, gastronomia di qualità e visite guidate della cantina e dei vigneti”.

 

La grande novità sarà la serata di apertura di sabato 8 aprile, che darà risalto a questa ricorrenza attraverso il Walking Wine Dinner, intitolato Sette premium chef per Summa, sempre presso la tenuta. L’evento viene organizzato insieme ai vignaioli che partecipano a Summa e in partnership con Care’s – The Ethical Chef Days, progetto ideato dallo chef Norbert Niederkofler del ristorante St. Hubertus Rosa Alpina. “Trasmettere i valori di gastronomia e ristorazione sostenibili, rivolgersi direttamente ai consumatori, prendersi cura del territorio, valorizzarlo, rispettando l’ambiente e i ritmi della natura… questi i principi che ci legano alla manifestazione”, afferma Giancarlo Morelli, chef partner degli Ethical Chef Days.

 summa cantina

Più di una vigilia, si può dire un’anticipazione del programma di Summa 2017, una festa che si annuncia entusiasmante: 80 vignaioli e sette cuochi di fama internazionale – Giancarlo Morelli, Anatoly Kazakov, Fratelli Costardi, Norbert Niederkofler, Thorsten Probost, Yoji Tokuyoshi e anche la squadra di Hannah & Elia, da anni partner di Summa - delizieranno con le proprie creazioni, basate su principi di stagionalità e regionalità, i palati di clienti, fornitori, giornalisti e wine lover presenti alla cena. In abbinamento, una selezione di oltre 80 etichette di Summa - 20th Anniversary. A seguire, un after dinner party con musica dal vivo e tanto divertimento.

 

20 anni di Summa

A vent’anni di distanza, è interessante ascoltare le parole del padrone di casa, Alois Lageder, ideatore, insieme con amici vignaioli e partner di una vita, di quella che oggi è diventata una rassegna enogastronomica di pregio riconosciuta a livello internazionale. Da quando si chiamava Quintett, ovvero da quando l’intenzione era ancora quella di invitare in tenuta cinque vignaioli da altrettante zone di produzione diverse, ne ha fatta di strada Summa, che oggi per l’edizione del suo ventennale arriva ad ospitare 83 produttori d’eccellenza provenienti da ogni parte del mondo: Italia, Francia, Austria, Germania, Kazakhstan, Nuova Zelanda,  e USA. La decisione di lasciare 20 anni fa il Vinitaly era stata presa non perché la manifestazione non fosse valida, ma proprio per il contrario: la manifestazione aveva raggiunto ormai un successo troppo grande e un numero di visitatori e ospiti così alto che nel nostro stand non riuscivamo più a gestire bene i nostri clienti importanti. La fortuna di essere vicini a Verona, ci offriva la possibilità di invitare i clienti qui in tenuta la sera, dopo una giornata passata in fiera”, afferma Alois Lageder. “Sono fiero che questa idea viva ancora oggi e che abbia avuto un’evoluzione che mai mi sarei immaginato vent'anni fa. Alla base di tutto c'è la volontà di dedicare tempo ai nostri ospiti, curarci di loro e avere la possibilità di un incontro approfondito e non superficiale”.

 summa vigneto biodinamico Alois Lageder

Da qui la scelta dei partner di Summa, amici vignaioli, e non solo, che con la manifestazione condividono valori, obiettivi e il desiderio di creare un momento unico legato dal fil rouge della produzione di alta qualità. Per la presentazione della prossima edizione, Alois Lageder ha voluto al suo fianco due aziende – Castello di Ama e Marchesi di Grésy – che con lui, sin dagli anni ottanta e novanta, hanno collaborato nel comune intento di far conoscere e valorizzare i propri vini e di costruire reti di distribuzione in Italia e all'estero, ma che hanno anche visto crescere di anno in anno il rendez-vous enoico di Magrè. 

 

“Lorenza Sebasti con Ama è stata una delle cinque aziende che avevo avvicinato quando nel 1999 avevamo deciso di organizzare una presentazione dei nostri vini in occasione della Vinexpo presso un Chateau a Bordeaux. Eravamo venti produttori di quattro paesi, tra cui Château Brannaire Ducru e Château Canon La Gafelière di Bordeaux, Bürklin Wolf e Georg Breuer dalla Germania, Bründelmeier e Tement dall'Austria, Castello di Ama, Bruno Giacosa, Mario Schiopetto e noi dall’Italia. L'anno dopo, nel 2000, ripetemmo con lo stesso gruppo questa iniziativa che aveva riscontrato tanto successo a Bordeaux in occasione del Vinitaly presso la nostra tenuta. Così nacque il concetto Summa - allearsi per avere più successo - che si sviluppò nel tempo e che è tuttora valido e importante più che mai oggi”, dichiara Alois Lageder, e continua “Con Alberto di Grésy invece collaboriamo, anche dagli anni novanta, attivamente insieme negli USA con "Dalla Terra – direct import", una struttura di distribuzione snella che ci dà la possibilità di tenere rapporti diretti con i distributori nei singoli stati”.

 

“Il bisogno di trasmettere i valori, l’amore e la passione che ruotano attorno al vino ci ha spinto fin dall’inizio a far parte di questa famiglia”, dice Lorenza Sebasti, e continua “Ricordo perfettamente l’appuntamento di Bordeaux del 1999 presso lo Chateau, in occasione di Vinexpo, è stato bellissimo essere lì insieme. In quel momento ci siamo resi conto della volontà comune di sì commercializzare il vino, ma di farlo in un’ottica di condivisione di valori e di familiarità. E per noi Summa riesce ancora a creare quest'atmosfera, a distanza di vent’anni”. 

 

Alberto di Grésy, anche lui partner storico, ama parlare di Summa come di un’ “élite di vignerons, che rispettano i principi della vigna e credono in quello che fanno, in termini di rispetto sia per la natura sia per il consumatore. A Summa si ritrovano i produttori di quelli che amo definire ‘vini fini’”.

 

Filone trainante dell’evento continua a essere quello della sostenibilità: anche quest’anno Summa è certificata Green Event dall’Agenzia Provinciale per l’Ambiente. Continua inoltre l’esclusiva partnership con Demeter, il marchio internazionale che controlla e certifica il lavoro – e i prodotti – degli agricoltori che praticano la coltivazione biologico-dinamica. Attraverso Summa, Alois Lageder, da settembre 2016 nuovo Presidente Demeter Italia, continua la sua opera di promozione del partner, riservandogli spazi di presentazione di rilievo, allo scopo di accrescere la consapevolezza della comunità, sia tra i visitatori sia tra i produttori stessi.

 

Infine, anche per l’edizione 2017, vengono confermati il sostegno alla Casa della Solidarietà di Bressanone - che da anni accoglie e assiste persone bisognose, parecchie delle quali in condizioni di grave necessità, a cui verrà devoluto parte del ricavato della manifestazione – e la collaborazione con FAMOS Oggetti speciali da persone speciali: i badge d’ingresso della manifestazione verranno realizzati dalle persone che lavorano nei laboratori protetti della comunità comprensoriale Oltradige-Bassa Atesina (BZ).

 

www.summa-al.eu

 

I PRODUTTORI

 

Italia

Alois Lageder, Südtirol / Alto Adige, www.aloislageder.eu

Anselmi, Veneto, www.anselmi.eu

Aquila del Torre, Friuli-Venezia-Giulia, www.aquiladeltorre.it

Boscarelli, Toscana, www.poderiboscarelli.com

Caiarossa, Toscana, www.caiarossa.com

Capannelle, Toscana, www.capannelle.com

Castello di Ama, Toscana, www.castellodiama.com

Cavalleri, Lombardia, www.cavalleri.it

Cefalicchio, Puglia, www.cefalicchio.it

Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy, Piemonte, www.marchesidigresy.com

Conti Costanti, Toscana, www.costanti.it

Diesel Farm, Veneto, www.dieselfarm.it

Fattoria di Fiorano, Lazio, www.fattoriadifiorano.it

Grosjean, Valle D'Aosta, www.grosjean.vievini.it

La Raia, Piemonte, www.la-raia.it

Le Macchiole, Toscana, www.lemacchiole.it

Le Sincette, Lombardia, www.lesincette.it

Maremmalta, Toscana, www.maremmalta.it

Monteverro, Toscana, www.monteverro.com

Montevertine, Toscana, www.montevertine.it

Nino Franco, Veneto, www.ninofranco.it


Oliviero Toscani, Toascana, www.otwine.com

Petrolo, Toscana, www.petrolo.it

Pio Cesare, Piemonte, www.piocesare.it

Podere Il Carnasciale, Toscana, www.caberlot.eu

Poggio Cagnano, Toscana, www.poggiocagnano.it

Poggio Nibbiale, Toscana, www.nibbiale.com

Prima Pietra, Toscana, http://wine.castigliondelbosco.com/ita/prima_pietra.php


Querceto di Castellina, Toscana, www.quercetodicastellina.com

Reimitz, Toscana, www.reimitzwine.com

Tenuta di Biserno, Toscana, www.biserno.it

Tenuta Guado al Tasso, Toscana, www.antinori.it

Tenuta Pianirossi, Toascana, www.pianirossi.it

Tormaresca, Puglia, www.tormaresca.it

Torre degli Alberi - Spumanti biologici, Lombardia, www.torredeglialberi.it

Triacca, Lombardia & Toscana, www.triacca.com

Valori, Abruzzo, www.vinivalori.it

Villa Caviciana, Lazio, www.villacaviciana.com

 

Austria

Bründlmayer, Kamptal, www.bruendlmayer.at 

Emmerich Knoll, Wachau, www.loibnerhof.at 

Erwin Tinhof, Burgenland, www.tinhof.at 

F.X. Pichler, Wachau, www.fx-pichler.at 

Jurtschitsch, Kamptal, www.jurtschitsch.com

Pichler-Krutzler, Wachau, www.pichler-krutzler.at

Schloss Gobelsburg, Kamptal, www.gobelsburg.at

Tement, Steiermark, www.tement.at


Velich / Moric, Neusiedlersee / Burgenland, www.moric.at  / www.velich.at

Wieninger, Wien, www.wieninger.at 

 

Francia

Leclerc Briant, Champagne, www.leclercbriant.fr

Maison Boizel, Champagne, www.boizel.com

Mas des Quernes, Languedoc-Roussillon, www.riegel.de / www.mas-de-quernes.com

Pol Roger, Champagne, www.compagniadelvino.it

 

Germania

August Kesseler, Rheingau, www.august-kesseler.de

Georg Breuer, Rheingau, www.georg-breuer.com

Gunderloch, Rheinhessen, www.gunderloch.de

Gut Hermannsberg, Nahe, www.gut-hermannsberg.de

Kühling-Gillot & BattenfeldSpanier, Rheinhessen, www.kuehling-gillot.de / www.battenfeld-spanier.de

Louis Guntrum, Rheinhessen, www.guntrum.de

Odinstal, Pfalz, www.odinstal.de

Schloss Vollrads, Rheingau, www.schlossvollrads.com

Trautwein, Baden, www.trautweingut.com

Weingut von Winning, Pfalz, www.von-winning.de

Weingut H. Dönnhoff, Nahe, www.doennhoff.com

Weingut Heitlinger, Baden, www.weingut-heitlinger.de / www.weingut-burg-ravensburg.de

Weingut Robert Weil, Rheingau, www.weingut-robert-weil.com

 

Kazakhstan

Arba Wine, Almaty, www.arbawine.com

 

Nuova Zelanda

Schubert Wines, Wairarapa, www.schubert.co.nz

 

USA

Turley, California, www.turleywinecellars.com


Leave a comment

I commenti devono essere approvati prima di essere visualizzati.