Vinitaly 2017 consigli di sopravvivenza

Vinitaly è una delle più importanti manifestazioni sul vino a livello mondiale e certamente il più atteso appuntamento italiano di degustazione.

E' un'opportunità per scoprire i territori di produzione dei vini, facendo un virtuale giro del mondo in soli 4 giorni. Australia, Ungheria, Mar Morto, Peru, Austria, Gran Bretagna, Slovenia, fino all’Estremo Oriente e la Cina.

Regina della manifestazione resta l'Italia con i suoi vini più prestigiosi e i vitigni più rari.

 

Abbinamenti cibo - vino

Non può mancare il cibo che esalta il gusto del vino. Dagli chef stellati a quelli emergenti, dal finger food al take away, fino al menu bio, la cultura del prodotto e la presentazione d’insieme della tradizione enogastronomica italiana sono un punto di forza di Vinitaly.

 

Consigli di sopravvivenza

Non tutti apprezzano questa manifestazione. Alcuni amici, anche sommelier o appassionati, mi dicono che non vanno a Vinitaly, per via della folla, del caos, della confusione e dell'offerta enorme e dispersiva. Anche alcuni produttori mi hanno rivelato qualche ombra di questa manifestazione in cui la "meditazione" sui vini appare ardua. Troppi ancora sono infatti i turisti (soprattutto quelli della domenica) che chiedono "un vino rosso" e basta, senza approfondire o chiedere info sulla cantina o sul vitigno. Altri chiedono ma con atteggiamento quasi "bulimico", degustando  in modo dispersivo e senza metodo, saltano a vanvera di qua e di là.

Senza un progetto di sopravvivenza è possibile uscire dal salone "ubriachi" di informazioni, anche se si è rimasti cauti e sobri con le degustazioni.

Primo consiglio quindi è quello di preparare un programma di attacco, consultando il programma degli eventi sul sito, o scaricando l'App per smartphone. 

Quest’anno infatti è disponibile anche l’applicazione ufficiale, Vinitaly App, scaricabile da Google Play e App Store. E' uno strumento utile per semplificare la vita a chi vuole organizzare la propria visita alla manifestazione. Io l'ho scaricata.

Secondo consiglio: bisogna darsi un taglio, un filone conduttore per le degustazioni: per esempio voglio approfondire solo i vini australiani, oppure quelli di Puglia o mettere a confronto lo spumante della Franciacorta con il Cava spagnolo o ancora, desidero approfondire i vini sudamericani. E poi bisogna avere la capacità di limitarsi a quanto pianificato.

Terzo consiglio, di bon ton, è gradito andare a salutare un produttore che ci piace e dargli la piccola soddisfazione del nostro apprezzamento sul suo lavoro e sul suo impegno.

Vinitaly può essere un'occasione di crescita culturale o di devastazione gastrointestinale.

Non è la manifestazione in sè buona o cattiva, sta a noi approcciarla nel modo corretto, avendo idee chiare ed essere moderati, come in tutte le cose della vita. 

 

Dove, quando e quanto $$

Vinitaly 2017 si svolgerà da domenica 9 a mercoledì 12 aprile al salone delle fiere di Verona.

I biglietti di Vinitaly 2017 sono acquistabili online. Un biglietto per una giornata ha un costo di 80 euro. Se si sceglie l’abbonamento per tutte le 4 giornate il prezzo è di 120€. Acquistandolo su internet, si ha un diritto di sconto pari a 5 euro.

Per gli eventi vi consiglio di consultare la sezione ufficiale del sito vinitaly.com.

L’orario della manifestazione è continuato, dalle 9.30 alle 18.00. Da domenica a martedì l’ingresso è consentito fino alle 17.00, mentre mercoledì fino alle 16.00.

 

Viaggia nel mondo del gusto con i miei VIDEO CORSI DI DEGUSTAZIONE VINO 

ilvinoconadri

seguimi anche su FB ilvinoconadri e Twitter @ilvinoconadri 

e sul blog di giallozafferano per i miei consigli di abbinamento cibo e vino

con i miei VIDEO CORSI DI DEGUSTAZIONE VINO 

ilvinoconadri

seguimi anche su FB ilvinoconadri e Twitter @ilvinoconadri 

e sul blog di giallozafferano per i miei consigli di abbinamento cibo e vino


Leave a comment

I commenti devono essere approvati prima di essere visualizzati.