Intervisto Annamaria Sala, Tenuta Gorghi Tondi

Continua la serie di interviste ai vignaioli italiani, persone appassionate, che progettano un territorio e lo trasformano per produrre un piacere.

L'intervista di oggi è ad Annamaria Sala, vignaiola siciliana della Tenuta Gorghi Tondi, è un viaggio in un'oasi WWF, tra paesaggi marini e testimonianze della Magna Grecia, in equilibrio tra la tradizione e l'innovazione. 

 

Il vignaiolo di oggi:

ANNAMARIA SALA 

Cantina:

TENUTA GORGHI TONDI

Raccontami di te:

Appartengo alla quarta e penultima, di una generazione di produttori dell’azienda vinicola siciliana Tenuta Gorghi Tondi, che mi vede al timone dell'azienda assieme a mia sorella Clara.    

Cos'è per te il vino: 

Per me il vino è il frutto del duro lavoro dell'uomo. Ad accompagnare il cammino dell’uva verso il vino vi è l'indissolubile connubio tra tempo, natura e la sapiente mano di chi opera nel rispetto dell'ecosistema. 

In che modo la vita ti ha portato a produrre vino?  

Tanti anni fa, mia bisnonna Dora fu rapita dall’atmosfera di queste terre, dal sole e dalla luce che vi splendono. Così acquistò centotrenta ettari di terreno all’interno di ciò che allora era riserva di caccia dei principi Saporito e che oggi è divenuta Riserva Naturale WWF del Lago Preola e Gorghi Tondi.

Che cosa ti appassiona del tuo lavoro? 

Ciò che mi appassiona maggiormente del mio lavoro è l’attesa della vendemmia che non è mai uguale alle precedenti e il fatto che sia un settore in cui non si smette mai di sperimentare.

Qual è il tuo progetto sulla tua vigna? 

La gestione di un vigneto all’interno di una riserva naturale – in cui è vietata ogni pratica nociva – rappresenta un esempio concreto di come la produzione di uve d’eccellenza possa realizzarsi in un territorio protetto in cui uomo e natura raggiungono un grande equilibrio.

Il tuo è un vino di tradizione o innovazione?

Il nostro amore per la terra ha un valore antico, legato ad una tradizione tramandata da almeno quattro generazioni. Noi rappresentiamo il futuro, guardando con attenzione verso le nuove tecnologie, le energie rinnovabili e la tutela dall’ambiente. Tutto ciò con l'obiettivo di produrre vini di straordinaria qualità.

Qual è il vino che produci che ti dà più soddisfazioni e perché? 

Com’è sensuale e ricercato il nostro Grillo in purezza, Kheirè, termine che in greco significa “benvenuto”. Abbiamo scelto questo nome per ricordare l’epoca in cui la Sicilia era parte integrante della Magna Grecia non solo per motivi culturali, bensì anche per la sua proverbiale ospitalità, crocevia di grandi popoli e di diverse culture.

 

Scheda del vino

KHEIRE' 

Terreno e Microclima:  franco sabbioso, calcareo

Tipologia di allevamento della vite: controspalliera

Denominazione: Sicilia DOC

Zona di produzione: Sicilia Sud Occidentale - Agro di Mazara del Vallo 

Regione: Sicilia

Vitigni: 100% Grillo

Gradazione: 13% vol

Acidità: 7,6 g/l

Zuccheri residui: 0 g/l

Vinificazione: fermentazione a temperatura controllata in serbatoi d'acciaio da 50 hl. e permanenza sui lieviti per 3/4 mesi

Affinamento: 1 - 2 mesi in bottiglia

Descrizione organolettica:

Coloregiallo paglierino con riflessi olivastri

Profumo: intenso e persistente, con note di mandorli in fiore e di brezza marina, delicate e fresche note agrumate

Gusto: armonico e di rara piacevolezza, con il suo attacco morbido ed il suo finale leggermente salino

Temperatura di servizio: 8 - 10 °C

n° di bottiglie / anno: 13.000

prezzo consigliato in enoteca: 11,00 €

 

Abbina il tuo vino a:

un cibo: 

ideale con piatti di pesce anche affumicato, ottimo con pietanze a base di verdure, crudités di pesce, crostacei, e sushi

un luogo da visitare: 

Riserva Naturale WWF Gorghi Tondi e Lago Preola, museo del Satiro di Mazara del Vallo, complesso archeologico di Selinunte

un’opera d’arte: 

L’amore del vino, Etienne Jeaurat, 1714, Museo del Louvre, Parigi  

un brano musicale: 

The days of wine and roses - Frank Sinatra

un libro o una poesia: 

Canzone al Vino, William Butler Yeats

un proverbio: 

La vita è troppo breve per bere vini mediocri - Johann Wolfgang von Goethe

 

Per maggiori info sulla cantina  vai al sito Tenuta Gorghi Tondi  

 

Per farti un regalo originale, dai un'occhiata ai miei video corsi di degustazione vino online, da pc, smatphone o tablet, sperimenta un viaggio nel gusto.


2 Commenti

Adri
Adri

October 04, 2015

@Claudio queste bravissime vignaiole stanno lavorando davvero bene!

Claudio
Claudio

October 04, 2015

Lo trovo un bianco eccellente. Non sono un intenditore, mi piace bere poco ma bene. Stando a quanto ho sentito affermare da qualche esperto, non è facile trovare, nel genere ovviamente, di meglio in Sicilia, almeno in quella occidentale….

Leave a comment

I commenti devono essere approvati prima di essere visualizzati.