intervisto la famiglia Dal Martello, cantina La Mincana - Dal Martello

Continua la serie di interviste ai vignaioli che per me sono persone appassionate, che progettano un territorio e lo trasformano per produrre un piacere.

 

Vignaioli di oggi: la famiglia Dal Martello

Artenio Dal Martello

 

Cantina:

La Mincana-Dal Martello

 

Artenio Dal Martello cantina La Mincana

Raccontatemi di voi:

Alla Mincana, decisero di stabilirsi qui ai piedi dei Colli Euganei. Originari dell’Altipiano di Asiago. Una famiglia patriarcale legata da sempre alla terra e ai primi del ‘900 scendono dalle montagne coltivando in affitto i terreni del principe Giovanelli a nord di Vicenza. Da qui più di un secolo fa, uno dei fratelli, Artenio, viene in cerca di nuove terre nel Padovano stabilendosi nel Comune di Carrara S. Giorgio (oggi Due Carrare).

Ancora oggi i suoi figli, Giovanni (classe 1922) e Alfredo (classe 1929) sono presenti in Azienda dove hanno trasferito al più giovane Artenio la passione per la terra, la vite e il vino.

Cos’è per voi il vino:

il vino è il frutto del nostro lavoro, è una sfida continua per fare sempre meglio e il risultato si vede sui clienti che lo degustano e tornano divenendo loro stessi promotori del nostro prodotto. E’ un lavoro senza soluzione di continuità, finita un’annata si pensa subito alla successiva. Si aspetta con entusiasmo il nuovo germogliamento “sfidando” la nuova stagione.

In che modo la vita vi ha portato a produrre vino?

La nostra famiglia si occupa da sempre di agricoltura e la viticoltura, con produzione di vino, è diventata parte integrante dell’attività negli anni cinquanta e da decenni il principale settore in cui concentrare le nostre attenzioni ed i nostri sforzi.

Cosa vi appassiona del vostro lavoro? Ci piace definirci ”artigiani” del vino, la vitivinicoltura è un lavoro manuale, di precisione, di pazienza e a volte sofferenza perché non sempre il risultato è quello aspettato. In mondo in cui la globalizzazione sta appiattendo tutto la nostra attività sembra anacronistica, perché ancora legata alle stagioni, agli “umori” della terra, alla ricerca della tipicità ad ogni costo.

Qual è il vostro progetto sulla vostra vigna? Stiamo lentamente rinnovando i nostri vigneti per poterli gestire al meglio, siamo sempre più sensibili ad una gestione della nostra azienda e quindi del territorio con un’agricoltura sostenibile.

Lo abbiamo sempre fatto e i 91 anni di Alfredo e 98 anni di Giovanni sono la conferma che vivere nella nostra campagna, respirare la nostra aria e bere il nostro vino fa bene!!

cantina La Mincana
Image sourse Stefano Maruzzo

Il vostro è un vino di tradizione o innovazione?

I nostri vini sono il giusto compromesso tra tradizione non tralasciando l’innovazione per poter ottenere il massimo dalla materia prima che portiamo in cantina.

Qual è il vino che producete che vi sta dando soddisfazioni e perché?

I vini che ci danno soddisfazione sono diversi, anzi potrei dire che in maniera diversa tutti ci danno soddisfazioni, però quello a cui siamo più legati e che più ci ha fatti conoscere anche nel confronto con gli altri amici produttori della nostra zona è un Merlot.

scheda del vino

Colli Euganei Merlot “Stradella” 2017

Tipologia: rosso, fermo, secco

Terreno e Microclima:   Il terreno superficialmente è di medio impasto, ma poco in profondità troviamo calcare e argilla, fondo ideale per vini rossi di struttura. La nostra azienda si trova ad est ai piedi dei Colli Euganei. Il microclima è di una zona calda ma ventilata e permette una maturazione delle uve rosse anche in annate non ideali.

Tipologia di allevamento della vite: Cordone speronato

Denominazione: Doc Colli Euganei

Zona di produzione: Provincia di Padova, Colli Euganei

Regione: Vento

Vitigni: Merlot 100%

Gradazione: 14,00

Acidità:  5,10

Zuccheri residui: 0

Vinificazione: in rosso, macerazione di almeno 14 gg con frequenti delestage

Affinamento: 12/14 mesi in barriques da 225 lt

Temperatura di servizio: 18°C

n° di bottiglie / anno: 4000 e 120 Magnum

prezzo consigliato in enoteca: €  13/15,00

 

Descrizione organolettica:

Colore: Rosso rubino intenso
Profumi: Vendemmia delle uve leggermente  surmature.  Offre  sentori di frutti di bosco in confettura, viola appassita, corteccia e tabacco, spezie.
Gusto: Strutturato e morbido, offre un tannino preciso e buona freschezza. Il finale si arricchisce di percezioni balsamiche.

 

Abbinate il vostro vino a:

un cibo Si esalta con una costata al sangue accompagnata da verdure grigliate, la succulenza e il sapore delicato ma deciso, sono  bilanciati dal tannino, dalla buona alcolicità e dalla morbidezza del vino.

un luogo da visitare Castello del Catajo  www.castellodelcatajo.it

un’opera d’arte Il Gattamelata

un brano musicale:  Road To Perdition Soundtrack - Main Theme

un libro o una poesia: Il codice Da Vinci

un proverbio: “Il vino prepara i cuori e li rende più pronti alla passione.” Ovidio (43 a.C. – 17 d.C.)

 

Consigliatemi una manifestazione sul vino:  

 VULCANEI Colli Euganei ospitano il più grande banco d’assaggio di vini da suolo vulcanico (Luogo e data da definire per il 2021)

per maggiori info sulla cantina vai al sito  http://www.stradadelvinocollieuganei.it/vulcanei-2019/

 

 

 per apprezzare un vino, bisogna saperlo degustare
VIDEO CORSO ONLINE DI DEGUSTAZIONE VINO
cogli l'occasione, fatti un regalo originale!
 VIDEO CORSO ONLINE DEGUSTAZIONE VINO - FORMAZIONE VINO SOMMELIER
ORA SCEGLI IL TUO!
da PC smartphone e tablet
 
seguimi anche su  Fb Instagram
e sul blog di giallozafferano per consigli di abbinamento cibo e vino.
 
Articoli che possono interessarti:
interviste ai vignaioli

Leave a comment

I commenti devono essere approvati prima di essere visualizzati.