Vino Ronchi Varesini di Cascina Piano sul lago Maggiore ad Angera

Nelle mie escursioni in giro per l'Italia, sul lago Maggiore, vicino ad Angera, ho conosciuto Franco Berrini che mi ha fatto scoprire la cantina Cascina Piano, produttore di vini IGT “Ronchi Varesini”.

Creata nel marzo 2003 è stata la principale fautrice dell’istituzione della IGT Ronchi Varesini, concessa nell’ottobre 2005 , ed e’ l’unica presente sulle sponde del Lago Maggiore, che un tempo disegnavano il paesaggio collinare.

I vitigni impiantati sono per lo più nebbiolo, con quote di altri vitigni autoctoni quali croatina, barbera, vespolina tra le uve a bacca nera e Trebbiano e Biussanello tra le uve a bacca bianca. Alcune vigne ospitano vitigni internazionali a merlot e chardonnay.

Ho degustato il loro Primenebbie,  100% nebbiolo, in vitigno difficile, complesso da vinificare, perchè ha una fioritura precoce e una maturazione tardiva e questo lo espone a tutte le variabili climatiche che la natura offre. Un vitigno prodotto in Valtellina, che espugna vette di eccellenza nell'alto Piemonte e nelle Langhe, dove esprime al meglio il suo stile sabuado, austero ed elegante, nei comuni di Barolo e Barbaresco.

vino primenebbie Cascina Piano

Una tipicità del nebbiolo è il colore scarico, granato, con una componente cromatica che consente una vena trasparente. Al gusto è tannico, asciuga la bocca, con una lieve  nota vegetale.

Il primenebbie è affinato 12 mesi in fusti di rovere di medie dimensioni e non viene messo in commercio prima di 24 mesi dalla vinificazione.

In abbinamento al cibo, la soddisfazione maggiore l'ho avuta degustandolo con un formaggio francese : il camembert,  perchè l'avvolgenza e la grassezza del formaggio trova un perfetto equilibrio gustativo nell'incontro con la componente tannica del vino, creando al gusto una sensazione di vellutata piacevolezza.

Ho provato anche l'altro rosso di punta della cantina, Angliano, prodotto in uvaggio tra nebbiolo e croatina

 angliano IGT Ronchi Varesini

 

La croatina dona a questo vino un colore violaceo più carico, intenso e vivace. 

Al gusto sposta le sensazioni verso l'acidità, L'ho trovato un vino un po' più morbido, forse grazie ad un residuo zuccherino maggiore.

In abbinamento cibo-vino ho preparato un coniglio in umido.

Il gusto corposo del vino ben si sposa con un piatto ai profumi di erbe aromatiche e verdure dell'orto.

  

Regalati un viaggio nel gusto, con i VIDEO CORSI DI DEGUSTAZIONE VINO ... non perdere l'occasione!

ilvinoconadri

seguimi anche su FB ilvinoconadri e Twitter @ilvinoconadri 

e sul blog di giallozafferano per i miei consigli di abbinamento cibo e vino


Leave a comment

I commenti devono essere approvati prima di essere visualizzati.