Pecorino d’Abruzzo o pinot noir con gli arrosticini ?

In Abruzzo, terra magica e operosa, come le api sui fiori di cardo, adagiata tra il mare Adriatico, il Gran Sasso e la Maiella, mi immergo nei paesaggi contemplativi, dove lo sguardo abbraccia ampie vedute, per cercare appaganti abbinamenti tra i tipici cibi abruzzesi e i vini profumati del territorio.

Per comporre un abbinamento armonico tra vino e cibo è necessario avere una buona cultura sui vini e comprendere i cibi. Un abbinamento tra cibo e vino risulta armonico se l’insieme delle sensazioni percepite soddisfa il palato e se nessuna componente gusto-olfattiva prevale sull’altra. Se in bocca le sensazioni gustative date dal cibo e dal vino compongono una sinfonia, allora potremo dire che le nostre scelte sono state ben oculate.

Non esiste un abbinamento vino cibo ideale. Ogni piatto ha una storia a sé stante. Da un lato l’allevamento, la macellazione e la preparazione della carne o la coltivazione delle verdure e degli ortaggi e la loro composizione in cottura e nel piatto, dall’altro il vitigno, il modo in cui è stato allevato, vendemmiato, lavorato in cantina, conservato e trasportato sulla nostra tavola, sono fattori che apportano una serie di variabili che rendono unica ogni degustazione. E’ quindi una palestra stimolante allenarsi a ragionare su cibi e vini, immaginare l’abbinamento ideale e provarlo.

Gli abbinamenti tra vino e cibo avvengono per contrapposizione e per concordanza. Ma prima di parlare di regole, ti suggerisco di sperimentare in prima persona e ragionare con le tue papille gustative. Solo con l’esperienza l’essere umano arriva alla consapevolezza, alla conoscenza e all’indipendenza di giudizio.

 

Facciamo dunque un esercizio di immaginazione: che vino potrei abbinare ad un piatto di arrosticini d’agnello con contorno di pomodorini?

E’ utile sapere che il piatto prescelto, tra tutti i vari piatti di carne, ha il più basso apporto calorico, circa 90-130 kcal/100g, quindi è un’ottima scelta per chi sta facendo una dieta. Il contorno di pomodorini poi è fantastico per non rinunciare al gusto e concedersi il piacere del palato.

Sfatando un mito, se l’agnello è preventivamente trattato nel latte, mantiene un gusto deciso ma non sa di selvatico e quindi può essere scelto anche dai palati più delicati.

Per decidere un buon abbinamento con il vino bisogna analizzare il piatto. Cosa è possibile aspettarsi dal gusto di un arrosticino d’agnello? La carne d’agnello non è grassa e nell’arrosticino viene eliminato l’eventuale grasso dell’animale. Per contrapposizione non è necessario ricercare un vino che sgrassi la bocca, quindi non ci sarà bisogno per esempio di un vino effervescente, con una spiccata freschezza e sapidità. Inoltre l’arrosticino e il contorno di pomodorini non saranno di certo untosi o succulenti, quindi nel vino non bisognerà cercare una spiccata tannicità o un’alta alcolicità.

E’ invece probabile aspettarsi una tendenza amarognola data dalle piccole bruciature della cottura della carne, una certa tendenza acida data dai pomodorini, una buona sapidità e aromaticità data dalle erbe aromatiche aggiunte al piatto e una media persistenza gusto-olfattiva. Bisognerà quindi cercare un vino di buona morbidezza e persistenza aromatica intensa.

Forse ti sei posto la domanda fatidica: bianco o rosso? Non c’è una regola ferrea per la carne d’agnello. Io consiglierei un pinot nero che, se ben lavorato, mantiene note erbacee e di sottobosco che ben si abbinano alla carne d’agnello. I profumi del pinot noir ricordano un po’ l’ambiente naturale in cui pascola il gregge.

Volendo mantenere un rapporto di regionalità tra piatto e vino, mi piacerebbe anche provare l’abbinamento con un pecorino d’Abruzzo, un vino bianco, di corpo, profumato, la cui persistenza aromatica intensa può reggere la persistenza gusto-olfattiva del piatto e la cui morbidezza può arrotondare l’acidità dei pomodorini di contorno. Degusto il Pecorino della cantina Gentile, ben lavorato, strutturato, carico dei fragranti profumi della sua terra.

Che bello sperimentare. 

Buona degustazione!

 

ti interessa scoprire le tecniche per degustare il vino?

Ok, è il tuo giorno fortunato, in tanti hanno colto l'opportunità di seguire un

video corso di degustazione vino on-line
ora scegli il tuo!

corso degustazione vino

 

seguimi anche su  Facebook  Twitter  Instagram

e sul blog di giallozafferano per consigli di abbinamento cibo e vino


9 Commenti

adri
adri

October 09, 2017

@Luigi me li hanno venduti per “agnello”, ma sono d’accordo con te: ho sempre saputo che sono di pecora…
anche @Roberto aveva approfondito bene l’argomento sulla provenienza della carne!!!
BUONGUSTAI !!!

Luigi
Luigi

October 06, 2017

arrosticini d’agnello? dove li hai mangiati? le rustelle sono di PECORA

ADRI
ADRI

May 19, 2017

@Roberto grazie per l’approfondimento! Molto pertinente e tecnicamente ineccepibile.
In più non conoscevo il Parrozzo: la prossima volta che sarò in Abruzzo lo proverò volentieri.

Roberto Placanica
Roberto Placanica

May 13, 2017

Se gli arrosticini poi sono prodotti da animali di pasvolo libero, hanno una aromticita intrinseca intensa. Se poj sono preparati in loco e non della grande distribuzione, questi spiedi hanno più graso del solito e quindi una maggior tendenza dolce oltre che maggior untuosita. Io glj abbinerei anche un cerasuolo d Abruzzo che se non rovinato in cantina potrbbe supportare bene sia gli arrosticini che altri tagli dell’agnello che magari accompagnano la grigliata. Comunque un montepulciano d abruzzo giovane potrebbd accompagnare bene tutta la grigliata… fino al Parrozzo a cui il MPA passito fa da degno compare.
laura
laura

March 23, 2017

Interessante capire le tecniche di abbinamento, sperimenterò di più :)

Federico
Federico

January 25, 2016

Il corso mi è servito per affrontare con più serenità il primo livello AIS

Tabata
Tabata

November 02, 2015

Ho comprato il corso completo, così una sera alla settimana ci vediamo a casa con gli amici, parcheggiano i nostri pestiferi bimbi neonati nelle carrozzine in sala e finalmente facciamo qualcosa DA ADULTI. !!! DEGUSTIAMO. VINO. !!!!
Pensavo che non mi sarei mai liberata di latte e pannolini, invece il corso on-line è una soluzione molto pratica
Merci!!!

Martina
Martina

November 02, 2015

Mi hai ispirata !! Ho acquistato il corso sui rossi!!!
Lo guarderò con mio marito Una buona occasione per fare qualcosa insieme
Grazie !!:-)

Elia
Elia

September 12, 2015

Non avevo mai pensato di poter abbinare un vino bianco alla carne. Pensavo fossero d’obbligo i rossi.

Leave a comment

I commenti devono essere approvati prima di essere visualizzati.