Enoturismo e degustazione

Nicolò Incisa della Rocchetta: il progetto SASSICAIA

La storia dei Marchesi Incisa della Rocchetta nel panorama enologico italiano fornisce una delle possibili risposte alla domanda che continuo a porre e che genera una molteplicità di risposte pari al numero dei miei interlocutori: 

cos'è il vino?

Alcune risposte e i consigli di abbinamento dell'amico Marco Comastri, toscano DOC
sassicaia

 

Un viaggio nel gusto, un momento dedicato solo a te con... video corsi di degustazione vino online 

Continua la lettura >

i vini delle Signore della Valcalepio

Sulle colline dove il fiume Oglio, abbandonando il lago d’Iseo, crea il microclima adatto ai vigneti della Valcalepio, che si stende dalle colline a nord-ovest di Bergamo fino alle sponde sud-ovest del lago d’Iseo.

Nelle vigne della Valcalepio vengono tipicamente allevati vitigni internazionali.

I produttori della zona stanno alzando sempre di più la qualità dei prodotti, con attente lavorazioni sia in vigna che in cantina. Tra le promotrici della qualità del vino nel territorio, ecco l'associazione delle “Signore della Valcalepio”, che conta 16 socie fondatrici. 

le signore della valcalepio

Viaggia con me, con i  VIDEO CORSI DI DEGUSTAZIONE VINO on-line scopri il gusto della vita.

Continua la lettura >

AUGURI con l'intervista a Marco di Serramarrocco

I miei auguri di un sereno Natale e un prospero 2016, ricco di fiducia in se stessi, nel futuro e nell'Italia, desidero farli con questa nuova intervista, perché i vignaioli italiani sono persone appassionate, che progettano un territorio e lo trasformano per produrre un piacere.

La storia di Marco di Serramarrocco, dalla finanza alla vigna, da Londra alla Sicilia, è una bella narrazione dell'Italia, di rilancio delle nostre eccellenze, che auguro a tutti, per il presente e per il futuro.

 Regala a Natale un immersione nel gusto, con i miei video corsi di degustazione vino online

Continua la lettura >

Vino, strani profumi di smalto e pipì di gatto

La domanda più ricorrente che mi sento porre è: “se è normale che nel vino ci siano profumi di rosa e di erbe aromatiche, che crescono vicino alle vigne, come possono esserci odori strani, addirittura animali o cosiddetti foxy?”.

Probabilmente qualcuno sospetta, “chissà che intrugli combinano nelle cantine”. Quasi che gli enologi, come la strega di Biancaneve, si cimentino in  pozioni magiche

Nei vini rossi a lungo affinati in botte possiamo percepire sentori di smalto per unghie. E al culmine della stranezza, in alcuni vini francesi e in particolare nei sauvignon blanc, sentiamo l’odore di “pipì di gatto”. Ora sveliamo l'arcano.

Se vuoi fare un regalo originale dai un'occhiata ai miei  video-corsi online da tablet, pc e smartphone, sulla degustazione del vino, e scopri come dare più gusto alla tua vita.

Continua la lettura >