Enoturismo e degustazione

perché piace lo zibibbo con i cannoli siciliani

Per gli appassionati della pasticceria siciliana, l’abbinamento ottimale con un cannolo, ripieno di ricotta lavorata con lo zucchero, frutta candita e gocce di cioccolato in una cialda fragrante, è certamente lo zibibbo. Si comprende quanta armonia si crei in bocca tra la frutta candita del cannolo e l’uva passa che si ritrova nei profumi e nel gusto dello zibibbo, anche risalendo al significato della parola zibibbo, con cui si indica sia il vino che il vitigno, che in arabo significa appunto “uva passa”.

 

cannolo siciliano

 

Cerchiamo uno zibibbo proveniente dall’isola vulcanica di Pantelleria, sorta dal mare tra la Sicilia e l’Africa, un raro esempio di viticoltura eroica, dove il paesaggio è segno grafico e testimonianza della fatica dei contadini nel costruire terrazzamenti e muretti a secco per allevare la vigna plasmata dal vento. Il vento è qui elemento determinante per la qualità delle uve sulla pianta e in appassimento sui graticci, perché produce un’azione anticrittogamica naturale. Secondo la tradizione usata per le viti centenarie, anche nei nuovi impianti le viti sono allevate manualmente all'interno di conche ad alberello pantesco basso, a forte espansione orizzontale, atto a trattenere un po’ di umidità e di fresco, al riparo dal forte vento, che non si placa mai.

 

zibibbo

 

Se degusti attentamente lo zibibbo, noterai che le note di miele, frutta secca, confetture e caramello sono ben equilibrate da sentori di erbe aromatiche della macchia mediterranea, menta e rosmarino rinfrescanti, da anice, iodio marino e dall’acidità degli agrumi aspri e profumati come le arance e i limoni, tipici del territorio e che ritrovi, canditi, nel ripieno del cannolo.

Sebbene il cannolo sia molto zuccherino, la sapidità della ricotta fresca, l’amaro delle gocce di cioccolato, la freschezza degli agrumi canditi, la croccantezza della cialda fragrante, donano equilibrio al dolce.

Cibo e vino sono entrambi dotati di grande struttura. La lunga persistenza gusto olfattiva del cannolo sarà ben bilanciata dalla persistenza aromatica intensa (PAI) del vino. Né il vino, né il dolce prevalgono in degustazione e l’armonia tra i due dà una lunga piacevolezza.

Che delizia!

 

Vuoi saperne di più sulla degustazione del vino e gli abbinamenti perfetti col cibo?
E' il tuo giorno fortunato! Scegli il tuo
video-corso online
tecniche di degustazione vino

tutorial degustazione vino online

vino Etna bianco superiore e pasta alla Norma

In Sicila ad Acitrezza, dove si tagliano i faraglioni, che Polifemo scagliò contro Ulisse, la  persistenza aromatica intensa (PAI) del vino Etna bianco superiore, da uve carricante, bilancerà la persistenza gusto-olfattiva di una magnifica pasta alla Norma, con melanzane, pomodoro e ricotta salata.

ilvinoconadri Sicilia Etna bianco Carricante

Per farti un regalo originale, imparare a degustare e scegliere il vino da abbinare ai tuoi piatti da chef, segui i miei video-corsi online di degustazione vino.

Continua la lettura >

Moscato di Scanzo DOCG rosso passito e formaggi erborinati

ungo la sponda ovest del fiume Serio, nel Comune di Scanzorosciate, in provincia di Bergamo. È qui che viene allevato il Moscato di Scanzo, vitigno autoctono, da cui è vinificato, con la medesima denominazione, un ottimo vino rosso passito DOCG.

ilvinoconadri

 

Viaggia con me, con i miei VIDEO CORSI DI DEGUSTAZIONE VINO on-line.

seguimi anche su FB ilvinoconadri e Twitter @ilvinoconadri

Continua la lettura >

Vino Franciacorta, Lago di Garda, Trota e Finferli

A pranzo sulle rive del lago di Garda un filetto di trota con i finferli, è un ottimo esempio di cucina tipica lacustre, che accompagna ingredienti di lago, con prodotti che crescono spontanei sulle rive e nel sottobosco collinare. Analizzando il piatto, posso definirlo delicato, dal profumo lievemente erbaceo emanato dai funghi. Il gusto della trota è un po’ grasso, morbido e avvolgente. Le erbe aromatiche rinfrescano molto il gusto.

Voglio abbinare un vino bianco morbido, dai profumi erbacei che dialoghino alla perfezione con gli ingredienti erbacei del piatto. Un vino abbastanza strutturato. Non scelgo un rosso, né un rosato, perché temo che i tannini del vino si sommino ai tannini contenuti nei funghi

Se vuoi fare un regalo originale dai un'occhiata ai miei  video-corsi online sulla degustazione del vino, e scopri quali sono le caratteristiche del vino che esaltano i tuoi piatti da chef.

Continua la lettura >