Enoturismo e degustazione

Go, galleria olfattiva di Zeni1870 vince il premio “Donne Vino Design”

La storica casa vitivinicola di Bardolino, Zeni1870,  si è aggiudicata il riconoscimento istituito dall’Associazione Nazionale Donne del Vino ideato per premiare la sensibilità femminile che negli anni ha saputo rivoluzionare il look dell’enologia.

Go è la prima Galleria Olfattiva ideata da Elena Zeni.  quinta generazione dell'azienda.

 

Continua la lettura >

profumo del vino e meccanica quantistica dell'olfatto

Cosa c’entra l’odore del vino con la meccanica quantistica?

Mi hanno spiegato che ciò che percepiamo come odore è dato dalle molecole odorose che si incastrano nei recettori del naso come chiavi nelle serrature, ma perchè il cianuro odora di mandorla anche se le due molecole hanno forme diverse? Ce lo spiega la meccanica quantistica.

Continua la lettura >

vino Centesimino di Romagna: l'ho scoperto a Capodanno

Per Capodanno ho a visitato Ravenna e i suoi magnifici mosaici che risalgono all'Impero Romano di occidente. Per chiudere in bellezza non ci siamo fatti mancare una visita in una cantina rimagnola, alla scoperta del vitigno Centesimino, espressione della preziosa biodiversità italiana. Nell'azienda Quinzan abbiamo trovato le tracce del passaggio di Luigi Veronelli.

il vino nei mosaici di Ravenna

Sovverte le mie aspettative che un vino vinificato solo in acciaio abbia una tale vastità di profumi, un bouquet così ampio. L’affinamento in bottiglia, senza preventivi filtraggi, lascia nel vino le componenti conservanti che apportano al Centesimino la capacità di evolversi.  

Continua a scoprire il vino, con i miei video-corsi di degustazione vino on-line , un viaggio nel piacere del gusto.

Continua la lettura >

Vino, strani profumi di smalto e pipì di gatto

La domanda più ricorrente che mi sento porre è: “se è normale che nel vino ci siano profumi di rosa e di erbe aromatiche, che crescono vicino alle vigne, come possono esserci odori strani, addirittura animali o cosiddetti foxy?”.

Probabilmente qualcuno sospetta, “chissà che intrugli combinano nelle cantine”. Quasi che gli enologi, come la strega di Biancaneve, si cimentino in  pozioni magiche

Nei vini rossi a lungo affinati in botte possiamo percepire sentori di smalto per unghie. E al culmine della stranezza, in alcuni vini francesi e in particolare nei sauvignon blanc, sentiamo l’odore di “pipì di gatto”. Ora sveliamo l'arcano.

Se vuoi fare un regalo originale dai un'occhiata ai miei  video-corsi online da tablet, pc e smartphone, sulla degustazione del vino, e scopri come dare più gusto alla tua vita.

Continua la lettura >